italy
Check other recent calls and fellowships.       Keep updated on Twitter and Facebook.

 


COSA

L’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli in partenariato con la Democritus University of Thrace (Grecia), la Temple University – Sbarro Health Research Organization, College of Science and Technology – di Philadelphia (USA), l’Universidad de Alicante (Spagna), l’Universidade do Algarve (Portogallo), l’Universidad Catòlica “Santa Teresa de Jesùs” de Ávila (Spagna), l’Universidade de Évora (Portogallo), l’Université de Genève (Svizzera), l’Universidad de Malaga (Spagna), la Universidad Metropolitana SUAGM – Puerto Rico (USA), l’Universidad Pablo de Olavide de Sevilla (Spagna), l’Universidad de Valladolid (Spagna), il Centro Italiano per la Ricerca Storico-Educativa (CIRSE), l’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici, l’Opera Nazionale Montessori, la Società Italiana di Pedagogia (SIPED) indice la seconda edizione del Premio internazionale Elisa Frauenfelder.

TEMI

l Premio è stato istituito con la finalità di conservare e promuovere l’eredità scientifica e umana di Elisa Frauenfelder, Maestra della pedagogia italiana contemporanea, proiettandola nel futuro così da offrire, soprattutto ai giovani studiosi, un exemplum straordinario di rigore scientifico, innovazione pedagogica e passione per lo studio, intesi come volano di una autentica emancipazione e trasformazione sociale.

In oltre mezzo secolo di lavoro accademico Elisa Frauenfelder ha saputo intrecciare la tradizione della pedagogia occidentale, di cui è stata una attenta studiosa – così come dimostrato nelle sue opere storiche – con l’avanguardia della ricerca educativa, sia teorica sia empirica, di cui è stata attiva protagonista attraverso le sue ricerche di stampo bio-educativo sui processi di apprendimento e di insegnamento, tese a decifrare l’ineludibile relazione tra i fattori genetici e i fattori ambientali che presiedono lo sviluppo del pensiero e dell’agire umano. Un tale intreccio tra ricerca storica, teorica ed empirica ha dato vita a un modello di pedagogia scientifica fondato su una piattaforma epistemologica e metodologica pluriarticolata e prospettica, mai slegata dai problemi emergenti dalla pratica educativa e didattica, da cui la ricerca pedagogica frauenfelderiana è sempre partita e verso cui si è sempre orientata, consapevole della sinergia reticolare tra ricerca scientifica di stampo accademico, realtà educative del territorio e formazione dei professionisti dell’educazione formale e non formale (dirigenti scolastici, docenti, formatori, educatori e pedagogisti).

L’incessante attività di studio e di ricerca, le innovazioni introdotte nel dibattito pedagogico contemporaneo, l’attenzione alla relazione educativa, l’impegno costante verso le Istituzioni accademiche e scolastiche fanno quindi di Elisa Frauenfelder un unicum che deve essere tenuto vivo per le giovani generazioni e per la promozione di una ricerca orgogliosamente ancorata all’itinerario storico dei processi pedagogici e formativi, ma allo stesso tempo aperta alle innovazioni e a raccogliere le sfide del futuro.

SCADENZA E CANDIDATURA

l premio è articolato in quattro sezioni.
1. La prima sezione, denominata “Scienze pedagogiche” è riservata agli Autori di un lavoro editoriale sui temi della pedagogia, della storia della pedagogia e delle istituzioni educative e della didattica. Premi previsti: 4.
I candidati dovranno presentare una domanda attenendosi alle indicazioni riportate all’art. 5 del presente bando.
2. La seconda sezione, denominata “Cultura e innovazione” è riservata agli Autori di un lavoro editoriale sui temi dell’innovazione e della trasformazione culturale. Premi previsti: 4.
I candidati dovranno presentare una domanda attenendosi alle indicazioni riportate all’art. 5 del presente bando.
3. La terza sezione, denominata “Maestri d’Italia”, è riservata agli insegnanti, di ruolo e fuori ruolo, delle scuole di ogni ordine e grado che si sono particolarmente distinti nel corso della loro carriera e per l’impegno profuso per la Scuola, le giovani generazioni ed il Paese. Premi previsti: 2.
Per tale sezione la proposta potrà essere presentata dai Direttori generali degli Uffici Scolastici Regionali e/o dai singoli Dirigenti scolastici sedi di servizio dell’interessato.
La proposta può essere altresì avanzata direttamente dal Presidente del Comitato scientifico internazionale del Premio.
4. La quarta sezione, denominata “Donne nelle Istituzioni, nella cultura, nella ricerca, nell’arte e nell’imprenditoria” è riservata alle donne che hanno dato, nel loro campo, un contributo significativo al Paese. Premi previsti: 2
Per tale sezione non va presentata la domanda di partecipazione, in quanto i premiati saranno individuati direttamente dalla Commissione.

Il Premio è stato istituito dall’Università degli Studi Suor Orsola Benincasa di Napoli nell’ambito di un partenariato internazionale con altri atenei e istituti.
Il premio è articolato in quattro sezioni, di cui due riservate a lavori editoriali. La prima sezione, denominata “Scienze pedagogiche” è riservata agli autori di un lavoro editoriale sui temi della pedagogia, della storia della pedagogia e delle istituzioni educative e della didattica. La seconda sezione, denominata “Cultura e innovazione” è riservata agli autori di un lavoro editoriale sui temi dell’innovazione e della trasformazione culturale.
Per ciascuna sezione sono previsti 4 premi.

Scadenza: 7 novembre 2019

Coordinatore scientifico: prof. Fabrizio Manuel Sirignano, tel. 081.2522334. Segreteria: e-mail.
Cliccare qui per maggiori informazioni e bando.


What we do || Who we are || Join AIR project.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *